Indovina la foto misteriosa

Le migliori della settimana

La foto della settimana

Perché Venessia.com

Download

Link



 
VENEZIA E' CARA?
Dì la tua...
 
Espressioni dialettali veneziane. Piccola raccolta delle parolacce.

Termini comuni che non si usano più. O quasi.

Modi di dire

Dizionario veneziano-inglese

 

Leggende di ieri

Leggende di oggi

La leggenda del poaro fornareto

 
Poesie, racconti, esperienze veneziane...tutto quello che vi passa per la testa. Inviatemi quello che volete, magari con una vostra foto, e io pubblicherò tutto qui

Ristoranti, pizzerie, locali giusti, bacari, bar... Scrivete i vostri locali preferiti e leggete quello che hanno detto gli altri

 
Le feste di Venessia.com

Una bici per Luigi. Iniziative di Venessia.com.

La seconda bici per Luigi...

Venessian in Australia

 

VènetoRing

Indŕo | Lista dei siti | Stat́steghe | Xóntite | Sito a caxo  | Vanti

 
Veneziani d.o.c.: questi sono i veneziani che a torto o a ragione sono considerati i più invidiati a Venezia. Comunque caratteristici.

I gondolieri

I tassisti

Gli abusivi

Quelli delle bancarelle

Gli intromettitori

Altri veneziani:

I portabagagli

I venditori di
grano per i piccioni

I cantanti delle serenate in gondola

I veneziani comuni

I vigili

Sbarbai

 

Colombi

Gatti

Flora & fauna

 

Lido

Chioggia

Pellestrina

Mestre

Marghera

 

 

Sesso a Venezia

Avviso! Chi ha qualche cosa da comunicarmi o consigliarmi, è pregato di farlo al solito indirizzo di posta elettronica.

Piazza S. Marco è il crocevia di popolazioni che provengono da tutto il mondo. I più ricchi e i più poveri osservano più o meno meticolosamente chi i monumenti chi il sesso opposto. Certo è che se ne vedono di tutti i colori: dal gay barbuto incipriato che vuole a tutti i costi sembrare una donna alle lesbiche che "limonano" davanti i mosaici marciani. Di seguito tenterò di descrivere i vari tipi di femmine che, a volte con successo, a volte in modo pietoso, tentano di mettersi in mostra mettendo a dura prova gli organi percettori sessuali maschili. Non se ne diano a male le femministe perché parlo solo di quelle donne che vogliono avere certe esperienze.

Est Europa. Cominciando con le più giovani, le donne dell' est si vestono in modo succinto già in tenera età esibendo dei pantaloncini cortissimi e aderentissimi che hanno sostituito i fuseaux di qualche tempo fa mettendo in risalto sia la fessura posteriore sia quella anteriore. Certe volte li usano anche in "quei giorni" mostrando la protuberanza dell' ovatta. Sono delle bellissime ragazze di solito bionde e sembrano tedesche. Ma quando gli parli, loro ti rispondono con l' aria triste e interrogativa nella loro lingua che sembra che abbiano appena mangiato pane e latte (con l' aggiunta di aglio a sentire le zaffate) dopo una paresi facciale. Il tentativo d' abbordaggio è dei più facili anche se certe volte ti tocca seguirle a Jesolo dove dimorano per le vacanze incontrandoti con i loro amici di solito tutti molto alti, molto biondi, molto muscolosi che ti domandi se viene con te solo perché gli fai pena. Con l' avanzare dell' età sono anche più carine ma arrivate alla soglia dei 35- 40 cominciano la caduta libera: peli sulle gambe che sembra muschio, viso smunto da miseria, canottiere fuxia e seni cadenti. Da quell' età fino ai 70 sono tutte uguali.

Nord Europa. Sempre bionde o castane, abbronzatissime, atletiche e sorridenti. Viaggiano molte volte con i loro ragazzi mooolto alti e belli. Con la moda delle scarpe con la zeppa sono ancora più alte e se poi si mettono in canottiera esibiscono delle spalle possenti da farti sfigurare. Se ancora credono a babbo natale puoi conquistarle ricordando loro il mito del maschio italiano gran amatore. I gondolieri, che hanno il fascino della divisa, possono avere la meglio.

Francesi. Non ci cascano. Sono anche loro latine e quindi di "latin lover" neanche a parlarne. Intelligenti, spigliate e con voglia di divertirsi. Nazionaliste. Puoi tentare l' abbocco con qualche litro di vino o qualche spinello.

Austriache. Gentili, morbide, simpatiche.

Spagnole. Vedi sopra ma, sono molto simili a noi italiani che è alquanto difficile concludere.

Inglesi. O ti filano al 100% e ti offrono pure la camera o non ti cagano neanche.

Nere. O di colore. Irraggiungibili, sono quasi un mito per le persone che hanno provato di tutto. Perfette, statuarie e con qualcosa in più. A molti comunque non vanno proprio giù visto il caratterino niente male da "black pride".

Americane. Correvano gli anni del dopoguerra quando, dopo la liberazione dell'Italia, venivano costruite le caserme degli americani. E con loro,arrivavano in Italia i loro parenti. E con i parenti degli americani veniva plasmato il mito dell' italiano moro, riccioluto, basso ma muscoloso, romantico, innamorato e geloso. Cosa resta a noi di tutto questo? La fortuna che molte americane sbronze si lasciano andare facilmente ai tentativi dei veneziani. Difficile comunque trovarne qualcuna di ben fatta poiché mangiano anche a casa quello che noi mangiamo raramente da Mc Donald's. Ma ci sono le eccezioni. E quando ci sono non te la danno. O te la danno se hai molti soldi da spendere al Floriàn, all' Harry's bar o in qualche ristorante di lusso.

Giapponesi. Non fanno sesso. Molti dicono che non hanno attributi femminili ma una zona piatta tipo "Barbie".

Brasiliane. Bellissime. Un punto a favore ce l' hai se pronunci la parola "Braziil!". E via così. Se ci sai fare puoi combinarti delle seratine mica male assieme alle loro amiche (sono sempre in tante). Se sono troppo provocanti devi essere uno "che tiene botta" altrimenti sei rovinato. Sono abbastanza rari i travestiti quindi vai sempre sul sicuro.

Messicane. Stesso copione di sopra con la differenza che la parola magica deve essere "viva Messico". Hanno una voce, un modo di parlare talmente sensuale che...

Le coreane. La maggior parte non sono per niente carine, ma se avete la pazienza di aspettare e trovarne una un po' meglio delle altre scoprirete che sono disponibili, simpatiche, aperte, calde e molto vogliose di fare conoscenza con maschioni latini. Ovviamente come con tutte le orientali ci vuole un certo tatto nell'approccio e all'inizio possono sembrare timide, ma se l'aggancio riesce scoprirete che sono molto VOGLIOSE e pronte a concedere al più presto tutte le loro grazie. Percentuale di successo garantita: 20-25%.
Tempo per concludere: 12-24 ore.
Stagione di più intenso afflusso: giugno-agosto. A cura dei "Trapanatori del Blue Moon".

Veneziane. Le veneziane sono la quintessenza della bellezza. A Venezia viviamo ogni giorno come fosse una prima di una immaginaria importante sfilata di moda. Tutti sono più "esposti" che altrove visto che in terraferma per muoversi si usano auto, motorini e biciclette che racchiudono come in una conchiglia le nostre preziose creature. La ragazza veneziana, allora, si agghinda come una moderna ancella, curando tutto nei minimi particolari. Nulla è lasciato al caso, soprattutto d' estate. Prima che inizi la passerella alle spiagge, nei centri d' abbronzatura avviene un forte viavai di giovani. E allora le vedi passare per Venezia già belle abbronzate, lucide. Ultimamente c'è un importante andirivieni anche in quei posti dove si fanno i tatuaggi: chi una farfallina, chi un tribalino nei posti che già sappiamo. Tutto si fa per provocare e a quasi tutte riesce benissimo far fare ai ragazzi quella faccia seria con le sopraciglia alzate, sinonimo di arrapamento violento. A loro piace essere guardate. A prova di questo l' accentuazione del loro portamento eretto, sguardo fisso avanti e faccia imbronciata. A detta di molti se una ragazza del genere, quando si sente osservata (ammirata e spogliata) si gira in direzione del maschio, significa categoricamente che "ci starà" anche se io nutro moltissimi dubbi. Anche se ha una certa età, alla signora veneziana rimane molto della sua passata poesia ma state sicuri che sarà quasi sempre "off-limit". Anche se molti veneziani dicono di no.

 


Imbarcazioni caratteristiche. A Venezia tutti dicono "ostregheta" e vanno tutti quanti in gondola. Invece l'imbarcazione tipica di Venezia sarebbe...

Muoversi a Venezia. Un tentativo di raccontare i vari personaggi che compongono l' allegra compagnia del trasporto pubblico a Venezia.
Tecniche per usufruire al meglio il vaporetto a Venezia

Miti culinari dei veneziani. Quali sono veramente i cibi e le bevande tipiche che il veneziano consuma quotidianamente

Come si veste il veneziano nel nuovo millennio

Cichéti & bàcari: molto ci sarebbe da scrivere. Accontentatevi di questo

Souvenir: Vivisezione di alcuni tipici oggetti ricordo che ognuno nella nostra vita ha comperato nella classica gita a Venezia

Le mete turistiche preferite dai veneziani

Soprannomi dei gondolieri

Saggezza popolare o ignoranza e basta? Metodi antichi per regolarsi senza le medicine odierne ma solo con l'esperienza dei vecchi. Tutto è tratto da un libretto del 1878 di G.B.Bernoni della Filippi editore di Venezia. Il testo è in dialetto ma io l' ho tradotto e sintetizzato in italiano

Il profumo di Venezia

Foto dall'alto

 

Sesso in piazza S. Marco. In "piazza" non si è solo colpiti dalle bellezze architettoniche ma anche dalla presenza femminile che si mette in bella mostra

Turisti: Come in altre città d'arte, il turista viene classificato ed etichettato. Breve commento e classifica antipatia

Extracomunitari: indagine comportamentale

Canzoni tipiche veneziane: le canzoni delle serenate

"Piere sbuse". Mistero e pettegolezzo di quelle pietre con il buco al centro che sporgono in certi palazzi veneziani.

Arrivo a Venezia da Mestre con l'auto

Cronaca di una mattina di mezza estate

Cronaca di una gita in barca sul Canal Grande

Cronaca di una partenza da S. Marco per Punta Sabbioni

Arrivo a Venezia dal mare

Miserie marciane

Ada

Moony Witcher

Sindaco!

RRR

 

Carnevale 2004

Carnevale 2005

Carnevale 2005. Le foto

Il volo della Carolina

Redentore

La Regata delle Befane

S. Martino

Madonna della Salute

Test del moto ondoso. Un problema di Venezia. Classifica della fretta. Commento.

Acqua alta a Venessia: uso degli stivali

Neve

Ricette venessiane tipiche. Da stampare e attaccare in cucina mentre le preparate

Il leone di S. Marco. Storia della nostra bandiera

Leoni marciani

Segnali marini

Cosa fare in laguna?

Le gobbe di Venezia

Giuochi: quelli che si facevano una volta. E di adesso...

Piccola raccolta di ninna nanne e filastrocche

Verbi

Calcio: settore giovanile

 
 
 
     
 
Dal maggio del 2000 - Venessia.com