Indovina la foto misteriosa

Le migliori della settimana

Perché Venessia.com

Download

Link



 
VENEZIA E' CARA?
Dì la tua...
 
Espressioni dialettali veneziane. Piccola raccolta delle parolacce.

Termini comuni che non si usano più. O quasi.

Modi di dire

Dizionario veneziano-inglese

 

Leggende di ieri

Leggende di oggi

La leggenda del poaro fornareto

 
Poesie, racconti, esperienze veneziane...tutto quello che vi passa per la testa. Inviatemi quello che volete, magari con una vostra foto, e io pubblicherò tutto qui

Ristoranti, pizzerie, locali giusti, bacari, bar... Scrivete i vostri locali preferiti e leggete quello che hanno detto gli altri

 
Le feste di Venessia.com

Una bici per Luigi. Iniziative di Venessia.com.

La seconda bici per Luigi...

Venessian in Australia

 

Ve`netoRing

Indri`o | Lista dei siti | Stati`steghe | Xo?Lntite | Sito a caxo  | Vanti

 
Veneziani d.o.c.: questi sono i veneziani che a torto o a ragione sono considerati i più invidiati a Venezia. Comunque caratteristici.

I gondolieri

I tassisti

Gli abusivi

Quelli delle bancarelle

Gli intromettitori

Altri veneziani:

I portabagagli

I venditori di
grano per i piccioni

I cantanti delle serenate in gondola

I veneziani comuni

I vigili

Sbarbai

 

Colombi

Gatti

Flora & fauna

 

Lido

Chioggia

Pellestrina

Mestre

Marghera

 

 


Torniamo A Venezia (a tutta velocità)
di Marco GAVA Gavagnin


COMUNICATO STAMPA DI VENESSIA.COM SU SPOPOLAMENTO IN OCCASIONE DEL QUARTO ANNIVERSARIO DALL’INSTALLAZIONE DEL CONTATORE DI ABITANTI

da Rete Veneta

Il 23 marzo del 2008, Venessia.com in collaborazione con la farmacia Morelli ha installato un contatore stabile che indica il numero degli abitanti di Venezia; da allora è stato aggiornato con cadenza settimanale seguendo i dati ufficiali dell’ufficio Anagrafe del Comune di Venezia.

L’intento era quello di denunciare il problema dello spopolamento attraverso un flusso di dati statistici inconfutabili e renderli visibili alla popolazione, oltre che smentire le tesi negazioniste o le interpretazioni fantasiose provenienti da più parti dell’establishment dei partiti di governo locale e delle istituzioni (in primis l’ex Sindaco Massimo Cacciari e l’ex Patriarca Angelo Scola).
Ecco alcune informazioni che possono fare chiarezza sulla storia della popolazione di Venezia: nel 1422 c'erano 199.000 abitanti, nel 1509115.000 tra cui 11.164 cortigiane, nel 1797, anno della fine della Repubblica, 141.000 abitanti circa.
Ma veniamo allo scorso millennio: nel 1931 c'erano 163.559 abitanti, 145.402 nel 1960, 111.550 nel 1970, 95.222 nel 1980, 78.165 nel 1990,66.386 nel 2000.
Il giorno dell’installazione del contatore, 23 marzo 2008, c’erano 60.720.
Il 14 novembre del 2009 veniva tristemente sforata la quota di 60.000 abitanti ed in quell’occasione Venessia.com organizzò il famoso Funerale di Venezia, una manifestazione che ebbe eco internazionale e chiedeva in modo forte interventi drastici ed urgenti.

Il contatore è stato ripreso in tutto il mondo da televisioni e giornali che hanno testimoniato quanto il fenomeno dello spopolamento sia grave e senza via di ritorno se non vengono intraprese delle drastiche politiche che favoriscano la residenzialità, il blocco delle speculazioni e il rilancio di una economia più varia rispetto a quella del turismo.
Finora le iniziative di Venessia.com sul tema spopolamento sono servite a far chiarezza definitiva sull’argomento e per la prima volta le istituzioni politiche con in testa il Sindaco Orsoni hanno riconosciuto la gravità della situazione ed hanno in più occasioni dichiarato il proprio impegno nell’affrontare il problema.
Il Sindaco Orsoni nel suo discorso al Papa così si espresse: “Stiamo impegnandoci per superare queste ed altre emergenze (calo demografico del centro storico, gestione turismo), fidando nella laboriosità e nell'impegno delle nostre genti”
Però a distanza di 4 anni dall’installazione del contatore nel concreto non si è andati oltre alle dichiarazioni e molto recentemente si sono susseguiti alcuni fatti che vanno in senso opposto rispetto alla urgente lotta contro lo spopolamento, facciamo alcuni esempi:
Solo negli ultimi due mesi il Consiglio Comunale si è contraddistinto per aver bocciato un emendamento al PAT che bloccava la proliferazione di strutture albergherie, mentre nel frattempo lo stesso Comune svincolava il Fondaco dei Tedeschi dalla destinazione pubblica e la Soprintendenza Palazzo Giovanelli dalla destinazione residenziale.
Si parla inoltre dell’introduzione dell’IMU che secondo una previsione del Sole 24 Ore a Venezia sarà “la più cara d’Italia” e da anni i privati non possono godere di sgravi e contributi per la manutenzione delle case, provenienti dalla Legge Speciale che è ancora in discussione e non viene rifinanziata dal governo nazionale.
Oltre a questo molte attività che fornivano a Venezia posti di lavoro e servizi sono stati trasferiti altrove, Poste, Enel, Telecom, Ferrovie, Anas ed tante altre importanti aziende che spesso sono state sostituite da strutture alberghiere.
Una preponderanza totale dell’economia del turismo che oltre tutto ha drogato i valori immobiliari a sfavore della residenzialità.
Alla luce di questo panorama che di certo disincentiva la residenzialità a Venezia, il contatore mese per mese continua inesorabilmente a perdere abitanti in un esodo continuo verso l’entroterra.
Questi segnali ci fanno sentire in dovere di intervenire e proporre alla stampa una visione diversa e necessaria di città, e allo stesso tempo un richiamo finale alle Istituzioni, Comune di Venezia e Soprintendenza in testa, a mettere termine alla svendita della città ed adottare un piano concreto per il rilancio di Venezia.
Venessia.com facendosi portavoce dello scontento popolare chiede:

1. L’istituzione da parte del Sindaco di una Consulta permanente per la residenzialità che riunisca associazioni cittadine e personalità che possono proporre a Giunta e Consiglio Comunale delle azioni concrete per la lotta allo spopolamento e l’adozione di politiche che favoriscano la vivibilità ed i servizi a favore dei cittadini veneziani.
2. Blocco dei cambi di destinazioni d’uso: che il Consiglio Comunale entro due mesi adotti misure legislative per il blocco totale del cambio di destinazioni d’uso. Parallelamente che si faccia chiarezza sull’operato della Soprintendenza in materia di cambi di destinazioni d’uso di dimore vincolate e in particolare sulla facilità attraverso la quale soggetti economici hanno ottenuto in tempi e in modi sorprendentemente favorevoli la possibilità di trasformare dimore storiche in alberghi.
3. Che nell’ambito delle facoltà previste dal decreto Monti a favore dell’Ente Locale per la modifica delle aliquote dell’IMU, il nostro Comune adotti tutte le misure per favorire i residenti e tassare le seconde case e le case sfitte, così come stanno facendo diversi altri Comuni in Italia (Vicenza per esempio).
4. Parallelamente crediamo che sia necessario avviare un nuovo censimento nella città storica di Venezia, molto più rigoroso e serio di quanto finora fatto, in quanto abbiamo riscontrato che un numero consistente di abitazioni risulta come prima casa solo per motivi fiscali ma in realtà si tratta di seconde case. Abbiamo appurato inoltre che la pratica per ottenere la residenza in città è troppo poco rigorosa e che i controlli della Polizia Municipale per verbalizzare la residenza sono su appuntamento. E’ chiaro che su queste basi l’ottenimento della residenza è troppo facile e permette di essere ottenuta da chi non ne ha il diritto.

Su questi punti Venessia.com è disponibile ad incontrare le Istituzioni e a collaborare con esse, ma ci aspettiamo risposte puntuali e precise e se entro 3 mesi non avremo un riscontro concreto, saremo costretti a prevedere una mobilitazione di protesta ad oltranza unendo le diverse associazioni e cittadini sensibili al problema dello spopolamento.

Direttivo di Venessia.com


Grazie a Roberto Scano

 

 

 

Imbarcazioni caratteristiche. A Venezia tutti dicono "ostregheta" e vanno tutti quanti in gondola. Invece l'imbarcazione tipica di Venezia sarebbe...

Muoversi a Venezia. Un tentativo di raccontare i vari personaggi che compongono l' allegra compagnia del trasporto pubblico a Venezia.
Tecniche per usufruire al meglio il vaporetto a Venezia

Miti culinari dei veneziani. Quali sono veramente i cibi e le bevande tipiche che il veneziano consuma quotidianamente

Come si veste il veneziano nel nuovo millennio

Cichéti & bàcari: molto ci sarebbe da scrivere. Accontentatevi di questo

Souvenir: Vivisezione di alcuni tipici oggetti ricordo che ognuno nella nostra vita ha comperato nella classica gita a Venezia

Le mete turistiche preferite dai veneziani

Soprannomi dei gondolieri

Saggezza popolare o ignoranza e basta? Metodi antichi per regolarsi senza le medicine odierne ma solo con l'esperienza dei vecchi. Tutto è tratto da un libretto del 1878 di G.B.Bernoni della Filippi editore di Venezia. Il testo è in dialetto ma io l' ho tradotto e sintetizzato in italiano

Il profumo di Venezia

Foto dall'alto

 

Sesso in piazza S. Marco. In "piazza" non si è solo colpiti dalle bellezze architettoniche ma anche dalla presenza femminile che si mette in bella mostra

Turisti: Come in altre città d'arte, il turista viene classificato ed etichettato. Breve commento e classifica antipatia

Extracomunitari: indagine comportamentale

Canzoni tipiche veneziane: le canzoni delle serenate

"Piere sbuse". Mistero e pettegolezzo di quelle pietre con il buco al centro che sporgono in certi palazzi veneziani.

Arrivo a Venezia da Mestre con l'auto

Cronaca di una mattina di mezza estate

Cronaca di una gita in barca sul Canal Grande

Cronaca di una partenza da S. Marco per Punta Sabbioni

Arrivo a Venezia dal mare

Miserie marciane

Ada

Moony Witcher

Sindaco!

RRR

 

Carnevale 2004

Carnevale 2005

Carnevale 2005. Le foto

Il volo della Carolina

Redentore

La Regata delle Befane

S. Martino

Madonna della Salute

Test del moto ondoso. Un problema di Venezia. Classifica della fretta. Commento.

Acqua alta a Venessia: uso degli stivali

Neve

Ricette venessiane tipiche. Da stampare e attaccare in cucina mentre le preparate

Il leone di S. Marco. Storia della nostra bandiera

Leoni marciani

Segnali marini

Cosa fare in laguna?

Le gobbe di Venezia

Giuochi: quelli che si facevano una volta. E di adesso...

Piccola raccolta di ninna nanne e filastrocche

Verbi

Calcio: settore giovanile

 
 
 
     
 
Dal maggio del 2000 - Venessia.com